RICERCA PRODOTTI : {{query}}

{{errore}}
PMI, riapre il Fondo 394 di SIMEST per lo sviluppo
Selene Sovilla 20 ottobre 2021

PMI, riapre il Fondo 394 di SIMEST per lo sviluppo internazionale digitale

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Linkedin

Siete PMI e vorreste internazionalizzare la vostra azienda? Allora i nuovi fondi europei per lo sviluppo internazionale digitale potrebbero fare al caso vostro.

CHI È SACE-SIMEST

SIMEST è la società del gruppo Cassa Depositi e Prestiti che dal 1991 sostiene la crescita delle imprese italiane attraverso l’internazionalizzazione della loro attività. SACE (Sezione speciale per l'Assicurazione del Credito all'Esportazione) è invece la società per azioni che dal 2016 detiene il 76% del capitale di SIMEST; si tratta, in breve, di azionisti e di un folto gruppo di banche italiane e di associazioni imprenditoriali.

SACE-SIMEST affianca dunque le imprese nel loro processo di espansione all’estero e opera attraverso finanziamenti, supporto del credito e partecipazione al capitale. 

COS'È IL FONDO 394

Il Fondo 394, Legge 394/1981, è stato creato allo scopo di fornire finanziamenti a tasso agevolato per facilitare lo sviluppo internazionale delle imprese italiane, in particolar modo delle Piccole Medie Imprese. Dopo la grande quantità di richieste ricevute con la prima apertura del fondo a giugno 2021, SIMEST ha comunicato che il portale riaprirà nuovamente da fine ottobre.

Il tutto si colloca all'interno delle risorse messe in campo dall'Unione Europea nell'ambito del NextGenerationEU, lo strumento finanziario nato per il rilancio dell'economia europea in seguito alla crisi economica dovuta all'emergenza sanitaria. E in cui si inserisce anche il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), il quale ha il compito di tracciare gli obiettivi, le riforme e gli investimenti che l’Italia intende realizzare grazie all’utilizzo di questi fondi europei.

Le PMI interessate potranno pertanto richiedere un finanziamento a Tasso Agevolato con una quota a Fondo Perduto fino al 25%. Inoltre, se si è un'impresa con sede operativa nel Sud Italia da almeno 6 mesi, si potrà richiedere una quota più alta di co-finanziamento a fondo perduto, fino a un massimo del 40%.

QUALI SONO GLI STRUMENTI FINANZIARI PREVISTI?

I richiedenti potranno presentare domanda esclusivamente per uno dei tre strumenti finanziari previsti:

  1. Transizione Digitale ed Ecologica delle PMI con vocazione internazionale;
  2. Sviluppo del commercio elettronico delle PMI in Paesi esteri (E-commerce);
  3. Partecipazione delle PMI a fiere e mostre internazionali, anche in Italia, e missioni di sistema.

Vediamoli di seguito in maggior dettaglio.



1) Transizione Digitale ed Ecologica delle PMI con vocazione internazionale

  • Cos'è: un finanziamento a tasso agevolato per sostenere investimenti che favoriscano la Transizione Digitale ed Ecologica delle PMI per almeno il 50% del totale del finanziamento, oltre che promuoverne la competitività sui mercati esteri.

  • Esempi di spese ammissibili:
    - Disaster recovery e business continuity, come le soluzioni di protezione dei propri dati offerte da Telemar;
    - Attrezzature tecnologiche, programmi informatici e contenuti digitali, come la realizzazione di un sito web;
    - Integrazione e sviluppo digitale dei processi aziendali, come le integrazioni software su misura;
    - Consulenze in ambito digitale (ad esempio, digital manager);
    - Realizzazione/miglioramento di modelli organizzativi e gestionali in ottica digitale.

  • Chi può fare domanda: PMI italiane costituite in forma di società di capitali e che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi;
  • Importo massimo finanziabile: fino a € 300.000, ma comunque non superiore al 25% dei ricavi medi risultati dagli ultimi due bilanci approvati e depositati dall’impresa;
  • Quota massima a fondo perduto: fino al 25% (fino al 40% per le PMI del Sud Italia). La quota di co-finanziamento a fondo perduto è comunque concessa nei limiti dell’importo massimo complessivo di agevolazione in regime di Temporary Framework per impresa;
  • Durata del finanziamento: 6 anni, inclusi 2 di pre-ammortamento.


2)  Sviluppo del commercio elettronico delle PMI in Paesi esteri (E-commerce)

  • Cos'è: un finanziamento a tasso agevolato per la realizzazione di un progetto di investimento digitale per la creazione o il miglioramento di una piattaforma e-commerce di proprietà (dedicata) o l'accesso ad una piattaforma di terzi (marketplace) per la commercializzazione di beni o servizi che siano prodotti in Italia o che abbiano marchio italiano.

  • Esempi di spese ammissibili:
    - Creazione e sviluppo di una piattaforma informatica oppure dell’utilizzo di un marketplace, come questa;
    - Creazione e configurazione di app;
    - Investimenti per la piattaforma oppure per il marketplace (ad esempio, spese di hosting del dominio della piattaforma, spese per investimenti in sicurezza dei dati e della piattaforma, aggiunta di contenuti e soluzioni grafiche);
    - Spese promozionali relative al progetto (ad esempio, digital marketing, comunicazione e advertising).

  • Chi può fare domanda: PMI italiane costituite in forma di società di capitali e che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi;
  • Importo massimo finanziabile: per una piattaforma propria, fino a € 300.000 e non superiore al 15% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati dall’impresa. Se si tratta invece di una piattaforma di terzi, fino a € 200.000 e non superiore al 15% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati dall’impresa;
  • Importo minimo: € 10.000;
  • Quota massima a fondo perduto: fino al 25% (fino al 40% per le PMI del Sud Italia). La quota di co-finanziamento a fondo perduto è comunque concessa nei limiti dell’importo massimo complessivo di agevolazione in regime di Temporary Framework per impresa;
  • Durata del finanziamento: 4 anni, inclusi 1 di pre-ammortamento.


3) Partecipazione delle PMI a fiere e mostre internazionali, anche in Italia, e missioni di sistema

  • Cos'è: un finanziamento a tasso agevolato per sostenere la partecipazione ad un singolo evento di carattere internazionale, anche virtuale, tra fiere, mostre, missioni imprenditoriali e missioni di sistema, per promuovere l’attività d’impresa sui mercati esteri o in Italia, attraverso l’erogazione di un finanziamento destinato per almeno il 30% a spese digitali connesse al progetto.
    (Tale vincolo non si applica nel caso in cui l’evento internazionale riguardi tematiche ecologiche o digitali)

  • Esempi di spese ammissibili:
    - Web design (ad esempio, landing page) e integrazione/innovazione di contenuti/funzionalità digitali anche su piattaforme già esistenti;
    - Consulenze in ambito digitale (ad esempio, digital manager, social media manager, digital maketing manager);
    - Digital marketing (ad esempio, banner sul sito ufficiale della fiera/mostra, newsletter, social network).

  • Chi può fare domanda: PMI italiane che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno un bilancio relativo a un esercizio completo;
  • Importo massimo finanziabile: fino a € 15.000 e non superiore al 15% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati dall’impresa;
  • Quota massima a fondo perduto: fino al 25% (fino al 40% per le PMI del Sud Italia). La quota di co-finanziamento a fondo perduto è comunque concessa nei limiti dell’importo massimo complessivo di agevolazione in regime di Temporary Framework per impresa;
  • Durata del finanziamento: 4 anni, inclusi 1 di pre-ammortamento.

 
SCADENZE

  • Dalle ore 09:00 del 21 ottobre, e fino al 27 ottobre, sarà possibile pre-compilare la richiesta tramite Portale Riservato. Ciò non costituisce titolo di priorità al finanziamento;
  • Dalle ore 09:30 del 28 ottobre sarà possibile inviare la domanda definitiva, fino ad esaurimento dei fondi previsti.

 

Telemar, assieme alla sua Web Agency, è da 26 anni tra i leader nel settore delle telecomunicazioni e dell'Information and Communication Technology. La sua lunga esperienza permette di trovare, all'interno di un unico business partner, tutte le soluzioni di cui si necessita; dalla messa in sicurezza dei dati e della propria attività, allo sviluppo di strumenti informatici e digitali per la promozione ed evoluzione digitale della propria azienda.

Per maggiori informazioni, è possibile contattare Telemar al numero verde 800 222 800 o all'indirizzo mail telemar@telemar.it